VALLE DELL’ORCO

Mitica valle dell’Orco.Da qui è partito il movimento del “NUOVO MATTINO”. E’ il regno delle fessure e dell’arrampicata ad incastro: gli spit si trovano solo sulle placche.Uso indispensabile dei friends.Siamo stati due giornate .Salita la via “DON’T WORRY BE WET” (otto tiri 6b+ max,calata in doppia) nella zona del Sergent un po’ a destra della via Nautilus.Per finire la giornata abbiamo anche salito Incastromania e Paperinik. Seconda giornata con pernottamento al rifugio di Noaschetta( m 1500 non cusodito, 12 posti, chiavi a Noasca, 45 min dall’auto).Abbiamo salito la via “A VOLTE RITORNANO” al Monte Castello Punta Phuc . Un’ ora ed un quarto dal rifugio,400 m di sviluppo, 12 tiri, 7a+ max , calata in doppia. Molto bella!!

SARDEGNA

Quando sulle alpi il tempo è incerto, sulle isole va un po’ meglio.Tre belle giornate di arrampicata su vie lunghe con pernottamento presso ottimo agriturismo vicino a Dorgali. Salita nel pomeriggio all’ombra al monte Oddeu la via “TRE TAZZE DI TE'”( 5 tiri 6bmax,discesa in doppia).Poi siamo stati a Surtana per salire una via dei fratelli Remy: COUP D’EPEE ( 6b max, RS2, 4 tiri, discesa in doppia).La roccia più bella della Sardegna! E per finire alla Punta Giradili con un’ora di avvicinamento partendo da Petra Longa.Abbiamo salito la via più facile THE OLD DAYS (6b max otto tiri, discesa in doppia).La punta più bella della Sardegna?! Meteo sostanzialmente bello, un po’ di pioggia al mattino, quando abbiamo arrampicato nella falesia BUCHI ARTA con vie e roccia molto bella.Ottime cene autogestite in agriturismo.Non ci siamo fatti mancare il bagno in mare!

PIANARELLA

Si torna a scalare su roccia su vie lunghe, prima a bassa quota. Pianarella , il paretone di Finale, è uno dei posti più belli del mondo.Senza fare 6 ore di auto andata e ritorno (con relativo inquinamento) in 20 min da Savona si è al parcheggio.La roccia e le vie sono una più bella dell’altra.Abbiamo salito l’ultima via chiodata: UN TEMPO PICCOLO.Cinque tiri: 6c,6b,5c,7a,6b. Parte vicino a Gibbo, poco sotto alla Fivy .Discesa scalzi dalla cima : no scarpe,no acqua per avere meno peso.Quattro ore da auto ad auto!

BACINO DI ARGENTIERE

Condizioni meteo eccezionali per combinazione  di due giorni di scialpinismo roccia/granito. Partiti da Argentiere (Chamonix) con la funivia dei Grands Montets  (m 3400) e discesa in sci fino al rifugio di Argentiere (m 2700).Risalita con le pelli per un’ora fino alla base della VIERGE. Saliamo su stupendo granito la via UNE SAISON D’ENFER ( 7A max ) con doppia serie di friends.Rapida discesa in doppia e bella discesa in sci (anche con zaino pesante) fino in paese (m 1300).Il giorno dopo si replica per salire all’AIGUILLE DU REFUGE la via Bettembourgh di destra con variante iniziale (6b+ max). Granito eccezionale , neve ottima , meteo super!!!

SIGAR HORROR Gressoney

Il freddo è arrivato in ritardo (e sembra che aumenterà con danni all’agricoltura). Qualche bella cascata di ghiaccio è formata e salibile. Siamo stati a Gressoney La Trinitè per salire SIGAR HORROR (4+/5): con mezz’ora di salita dall’auto si arriva alla base. Ai lati del sigaro verticale sono state spittate quest’anno due linee di misto di difficoltà M6+.Si parte su roccia, ci si infila sotto le candele di ghiaccio e con movimenti scimmieschi si esce fuori per proseguire fino in catena su ghiaccio lavorato.