PRIMA DELLA PIOGGIA

Ancora una salita su vie lunghe prima di questi giorni tempestosi. Seconda volta quest’anno nel vallone del Bourcet (Pinerolo). Abbiamo salito lo SPERONE DEI CORVI ( 300 m 6b+ max , discesa su sentiero attrezzato). Sempre bello salire le vie di Fiorenzo Michelin: spittate bene dove serve con integrazione a friends su belle fessure.Meteo ancora ottimo.

ARCO di TRENTO

Valle del Sarca :belle pareti,bel tempo,bei posti. Vigneti ovunque , un po’ di ulivi. Possibilità di pernottamento ovunque. Ci sono vie lunghe anche di 1200 m! Abbiamo salito al monte Dain la via IL VOLO DELL’AIRONE CENERINO (350 m, 7a+ max  ,6b obb ,S2, discesa su sentiero) . Il secondo giorno siamo andati alla Cima delle Coste per salire PROFONDO BUSH (6c max, 6b obbl. , 350 m , calate in doppia). Avvicinamenti comodi, max 40 m. Roccia sempre superlativa. Per rientrare la domenica sera abbiamo fatto la strada gardesana ovest molto panoramica: troppe code !!

PILASTRO LOMASTI

Roccia sempre molto bella.Si parcheggia sopra Arnad(Aosta) ed in un’ora si è all’attacco della via.Abbiamo salito l’ultima nata: BAMBI (6c+ max , 8 tiri, calata in doppia).Parte a destra della Rossa ed il Vampirla. Si fa il primo tiro di Control per scaldarsi le dita e poi il tirone di 6c+(anche 7a!). Il tiro di 6b+ supera il tetto nella parte più debole , in alto le difficoltà diminuiscono.Abbiamo avuto il tempo per raccogliere un po’ di castagne!

Laghi e cima di Fremamorta (2730 m)

Partenza da Varazze alle ore 5,30 del 29 luglio.
Inizio escursione dal Gias delle Mosche m 1550, quindi siamo arrivati ai laghi di Fremamorta, il primo a 2359 m e l’ultimo a 2510 m, siamo passati dal bivacco Guiglia 2426 m, colle di Fremamorta 2615 m, cima di Fremamorta 2730 m. Discesa diretta al pian della casa del Re e quindi al Gias delle mosche.
Numero partecipanti 10, di cui 7 in vetta, 3 si sono fermati al colle di Fremamorta.
Giunti in vetta siamo ritornati al colle per raggiungere gli altri amici per il pranzo, e qui ci siamo concessi il caffè fatto con la Moka sul fornelletto,  2 bottiglie di prosecco e pasticcini di Sassello per festeggiare il compleanno del capogita.
Un particolare elogio e ringraziamento  ai 2 giovanissimi camminatori Tristano e Damiano, che con la loro simpatia e spensieratezza tipica della loro età, hanno contribuito a rendere piacevolissima questa fantastica giornata in ottima compagnia. Ciao e grazie a tutti.
Claudio e Marina.

MAGICO VERDON

L’ambiente è sempre magico,unico al mondo.La roccia è semplicemente stupefacente! Gli odori ed i colori di Provenza indescrivibili. E’ il VERDON.Non è poi così lontano da noi, se non si prendono le code sulla riviera.Si pernotta bene in tenda nel verde campeggio comunale.Abbiamo salito due vie strepitose. Dal refuge de La Maline scendendo nell’Imbut, all’ombra, abbiamo salito TANDEM POUR UNE EVIDENCE (6C+ max 200m).Rientro dal sentiero che parte dall’Auberge des Cavaliers. Contare una giornata piena. Invece dal Dent d’Aire abbiamo concatenato due vie, scendendo prima con 5 doppie: ATELIER CLANDESTINE (6C+ max 100m) e DOLCE VITA(6a+ max 90 m).Al sole faceva un po’ caldo.Cielo colore blu Provenza.