Quattro passi in paradiso

Questo è il programma dettagliato e le informazioni sulla settimana dal 4 all’11 settembre prossimi in Valsavarenche.
Approfittando dell’apertura della sede per i tesseramenti, si può provvedere alle prenotazioni, versamento caparra, indicazione della sistemazione scelta (precedenza in ordine di prenotazione). Iscrizioni entro 30 aprile. Per l’accesso alla sede, rispettiamo e manteniamo le opportune misure di contenimento Covid-19: distanziamento con accesso uno alla volta, mascherina, gel igienizzante.

Settimana di trekking in Valsavarenche per grandi e piccoli 4/11 settembre 2021

Pernottamenti presso il campeggio Gran Paradiso

1° giorno – Arrivo in Valsavarenche in tarda mattinata, escursione da Rovenaud m 1462 a Maisoncles m 1861, tutti assieme, nel pomeriggio per i piccoli avventure al centro visitatori di Rovenaud, per i grandi traversata lungo il sentiero 12A a Bocconere Dessous m 2021 (bivio) con discesa a Valsavarenche e ritorno a Rovenaud. In serata sistemazione al Campeggio.

Dislivello in salita: piccoli m 402; adulti m 559

Tempo: piccoli salita ca. 2 ore; adulti tempo totale ca. 4 ore

Difficoltà: per i piccoli E; per gli adulti EE

2° giorno – Escursione che può essere divisa in tappe di diverso impegno e che alla partenza vede unito il gruppo (bambini e adulti). Partendo da Eau Rousse m 1666 e seguendo il sentiero 10B, si sale a Levionaz Dessous m 2285. Per i più allenati è possibile proseguire fino al Col Lauson m 3296

Dislivello: prima parte m 620, fino al colle m 1630

Tempo di salita: prima parte 2 ore, fino al colle 5 ore

Difficoltà: E

3° giorno – Partenza da Eau Rousse m 1666 il gruppo, bambini e adulti, sale a Orvieille, Casa Reale di Caccia, m 2168 per il sentiero 8C . Gli adulti possono proseguire per il laghi Djouan m 2507 ritornando a Eau Rousse per il Colle Manteau m 2789 sentiero n°6, oppure proseguire fino alla punta Bioula m 3414 sentiero 8A e ritorno per il sentiero di salita.

Dislivello: prima parte m 500, Colle Manteau m 1123, Punta Bioula m 1748

Tempo di salita: prima parte 2 ore, giro Col Manteau totale 7 ore, Punta Bioula 7 ore

Difficoltà: Orvieille e Colle Manteau E; Punta Bioula EE.

4° giorno – Gruppo completo, bambini e adulti. Partenza da Pont m 1950, per il sentiero n° 3, salita ai laghi del Nivolet m 2533 lungo il vallone della Dora del Nivolet

Dislivello: m 583 – Tempo di salita: 3 ore – Difficoltà: E

Dopo il 4° giorno il gruppo giovani ritorna a casa.

5° giorno – Salita dal Praviou (campeggio) m 1814 al rifugio Chabod m 2710 seguendo il sentiero n° 5. Discesa a Praviou passando dall’Alpe di Montandaynè per il sentiero 5A.

Dislivello: m 896 – Tempo di salita: 3 ore – Difficoltà: E

6° giorno – Salita da Pont m 1950 al rifugio Vittorio Emanuele m 2719 per il sentiero n° 1. Traversata verso il rifugio Chabod m 2710 seguedo il sentiero 1A e rientro a Praviou per il sentiero n° 5.

Dislivello: m 905 – Tempo totale: 6 ore – Difficoltà: E

Nota: Nella giornata di salita ai rifugi Chabod o Vittorio Emanuele, in relazione ai partecipanti e alle loro capacità, sarà possibile pernottare in rifugio e effettuare la salita al Gran Paradiso m 4061. Per la salita, considerata di alpinismo facile, è necessaria l’attrezzatura di ramponi, piccozza, imbrago e cordini.

Cima Ventosa

Ancora una salita nella Conca di Monesi:Cima Ventosa con discesa verso Valcona Soprana e ripello

Monte Frontè

Sempre in Liguria. Scialpinismo da Monesi (m 1400) al Monte Frontè (m 2150).Dal passo Garlenda in vetta neve dura,utili i coltelli. Discesa in esposizione nord verso Cima Garlenda su bella neve polverosa.

Scialpinismo in Liguria

Prosegue l’emergenza pandemia. Non potendo uscire dalla regione, abbiamo colto l’opportunità  di riscoprire le nostre montagne innevate.

Siamo stati più volte a Monesi, al Monte Sciguelo dall’eremo del Deserto di Varazze ed al Monte Reixa dal passo del Faiallo. Temperature rigide e neve nel complesso polverosa. Più trasformata nelle esposizioni verso il mare.

La neve di Monesi:

I panorami del Monte Reixa:

I panorami dal Monte Sciguelo