Escursione nell’entroterra di Finale Ligure

Dopo un lungo periodo di restrizioni alla mobilità, per il Covid 19, finalmente domenica 7 marzo 2021 abbiamo potuto riprendere l’attività escursionistica con l’uscita nell’entroterra di Finale Ligure.

Con una bella giornata di sole (18 partecipanti) siamo partiti dalla chiesa storica di S. Cipriano a Calvisio e lungo il percorso, di circa 14 km, salendo la valletta della Roggetta, siamo passati dalle località di Campo Rotondo e Case Vacchè (note per i reperti dell’epoca megalitica). Abbiamo poi proseguito per i Ciappi dei Ceci e delle Conche, con le loro incisioni rupestri, per fermarci dal panoramico santuario di S. Lorenzino a Orco per il pranzo.

Dopo la sosta abbiamo ripreso il cammino e raggiunta la cima del Monte Cucco salendo dal Canyon, paradiso per gli arrampicatori. Tutti i componenti del gruppo hanno superato agevolmente i tratti di sentiero attrezzato.

Nel ritorno siamo passati dal borghetto storico di Lacremà concludendo l’intensa e piacevole giornata.

Muoversi sulla neve in sicurezza

Lunedì 1 e Lunedì 8 Marzo alle 21 concludiamo il breve ciclo di conferenze ONLINE che abbiamo dedicato ad un argomento quanto mai attuale: Neve e Valanghe.
Le due serate di Marzo, tenute da Paolo Romano, saranno a cura della nostra Scuola Nazionale di Scialpinismo “Ligure” che metterà a disposizione le sue elevatissime competenze in materia.
A PARTIRE DALLE ORE 20e45 (inizio ore 21) DI LUNEDI’ 1 e DI LUNEDI’ 8 MARZO, CI SI POTRA’ COLLEGARE ALLA PIATTAFORMA ZOOM SEGUENDO I DETTAGLI PUBBLICATI SULLA HOME DEL NOSTRO SITO INTERNET
LE SERATE SARANNO TRASMESSE ANCHE IN DIRETTA STREAMING SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE
LUNEDI’ 1 MARZO

Una serata dedicata a tutti e in particolare a coloro che intendono avvicinarsi allo scialpinismo. Consigli pratici ed informazioni utili su neve e valanghe per organizzare un’uscita su neve con maggiore consapevolezza.
LUNEDI’ 8 MARZO
La serata successiva è quindi dedicata all’approfondimento di un argomento di interesse comune, sulla base di quanto emerso nella prima serata e delle segnalazioni dei partecipanti.
Per qualsiasi informazione o richiesta: scuola_SA@cailiguregenova.it
IL RELATORE
Paolo Romano è istruttore della Scuola Nazionale di Scialpinismo “Ligure”, da sempre innamorato della neve e frequentatore del Club Alpino Italiano.
Club Alpino Italiano – Sezione Ligure Genova
Galleria Mazzini 7/3 – 16121 Genova
Tel 010 592122
Per le manifestazioni: manifestazioni@cailiguregenova.it
Per la segreteria: segreteria@cailiguregenova.it
www.cailiguregenova.it

Quattro passi in paradiso

Questo è il programma dettagliato e le informazioni sulla settimana dal 4 all’11 settembre prossimi in Valsavarenche.
Approfittando dell’apertura della sede per i tesseramenti, si può provvedere alle prenotazioni, versamento caparra, indicazione della sistemazione scelta (precedenza in ordine di prenotazione). Iscrizioni entro 30 aprile. Per l’accesso alla sede, rispettiamo e manteniamo le opportune misure di contenimento Covid-19: distanziamento con accesso uno alla volta, mascherina, gel igienizzante.

Settimana di trekking in Valsavarenche per grandi e piccoli 4/11 settembre 2021

Pernottamenti presso il campeggio Gran Paradiso

1° giorno – Arrivo in Valsavarenche in tarda mattinata, escursione da Rovenaud m 1462 a Maisoncles m 1861, tutti assieme, nel pomeriggio per i piccoli avventure al centro visitatori di Rovenaud, per i grandi traversata lungo il sentiero 12A a Bocconere Dessous m 2021 (bivio) con discesa a Valsavarenche e ritorno a Rovenaud. In serata sistemazione al Campeggio.

Dislivello in salita: piccoli m 402; adulti m 559

Tempo: piccoli salita ca. 2 ore; adulti tempo totale ca. 4 ore

Difficoltà: per i piccoli E; per gli adulti EE

2° giorno – Escursione che può essere divisa in tappe di diverso impegno e che alla partenza vede unito il gruppo (bambini e adulti). Partendo da Eau Rousse m 1666 e seguendo il sentiero 10B, si sale a Levionaz Dessous m 2285. Per i più allenati è possibile proseguire fino al Col Lauson m 3296

Dislivello: prima parte m 620, fino al colle m 1630

Tempo di salita: prima parte 2 ore, fino al colle 5 ore

Difficoltà: E

3° giorno – Partenza da Eau Rousse m 1666 il gruppo, bambini e adulti, sale a Orvieille, Casa Reale di Caccia, m 2168 per il sentiero 8C . Gli adulti possono proseguire per il laghi Djouan m 2507 ritornando a Eau Rousse per il Colle Manteau m 2789 sentiero n°6, oppure proseguire fino alla punta Bioula m 3414 sentiero 8A e ritorno per il sentiero di salita.

Dislivello: prima parte m 500, Colle Manteau m 1123, Punta Bioula m 1748

Tempo di salita: prima parte 2 ore, giro Col Manteau totale 7 ore, Punta Bioula 7 ore

Difficoltà: Orvieille e Colle Manteau E; Punta Bioula EE.

4° giorno – Gruppo completo, bambini e adulti. Partenza da Pont m 1950, per il sentiero n° 3, salita ai laghi del Nivolet m 2533 lungo il vallone della Dora del Nivolet

Dislivello: m 583 – Tempo di salita: 3 ore – Difficoltà: E

Dopo il 4° giorno il gruppo giovani ritorna a casa.

5° giorno – Salita dal Praviou (campeggio) m 1814 al rifugio Chabod m 2710 seguendo il sentiero n° 5. Discesa a Praviou passando dall’Alpe di Montandaynè per il sentiero 5A.

Dislivello: m 896 – Tempo di salita: 3 ore – Difficoltà: E

6° giorno – Salita da Pont m 1950 al rifugio Vittorio Emanuele m 2719 per il sentiero n° 1. Traversata verso il rifugio Chabod m 2710 seguedo il sentiero 1A e rientro a Praviou per il sentiero n° 5.

Dislivello: m 905 – Tempo totale: 6 ore – Difficoltà: E

Nota: Nella giornata di salita ai rifugi Chabod o Vittorio Emanuele, in relazione ai partecipanti e alle loro capacità, sarà possibile pernottare in rifugio e effettuare la salita al Gran Paradiso m 4061. Per la salita, considerata di alpinismo facile, è necessaria l’attrezzatura di ramponi, piccozza, imbrago e cordini.

Costiera Amalfitana

Costiera Amalfitana, da domenica 1 a domenica 8 settembre 2013. Tempo molto bello per tutta la settimana, del trekking organizzato dalla Naturaliter sui Monti Lattari.
Volo da Genova per Napoli, trasferimento a Capo Sorrento e base logistica presso l’Hotel Dania. Giornate molto intense, iniziate dal Monte Faito e proseguite il giorno seguente nel Vallone delle Ferriere e Amalfi.
Terzo giorno Isola di Capri, con salita al Monte Solaro, visita ad Anacapri e Capri, con piccola sosta alla famosa piazzetta e ritorno al porto percorrendo la spettacolare via Krupp. Circumnavigazione dell’isola e visita alla famosa Grotta Azzurra.
Giorno seguente salita al Monastero di San Paolo a Massa Lubrense, punto più alto della penisola Sorrentina, con ampio panorama sul golfo di Napoli, poi discesa per visitare i grandi limoneti dell’agriturismo i Giardini di Vigliano e degustazione di prodotti tipici.
Venerdì trasferimento a Termini per raggiungere, con un bel sentiero in costa, la Riserva Integrale della Marina di Ierato, gestita dal Fai. Sosta balneare e ottimo pranzo sotto gli ulivi.
Sabato trasferimento a Bomerano e trekk sul “Sentiero degli Dei”, sentiero a mezza costa con vedute fantastiche. Poi, da Montepertuso, attraverso 1000 gradini, si scende a Positano, per fare il bagno e un po’ di shopping.
Domenica partenza dall’hotel per il ritorno a casa, con sosta e visita guidata a Pompei. All’aeroporto, in attesa del volo, degustazione della famosa pizza napoletana. Soci partecipanti 31, con l’instancabile piccola mascotte Giacomo.