Skialp fine stagione: neve brutta e bella

Salita alla Rognosa di Sestriere con discesa su neve brutta.Dislivello 1400 m con un po’ di portage dall’auto.Salita alla Cima Furggen da Cervinia con neve molto bella. Dislivello 1500 m, sci dall’auto. In ambedue i casi meteo molto buono.

VALLONE DELL’UBAC

Scialpinismo in valle Stura. Normalmente si va a fine maggio: ma quest’anno c’è veramente poca neve. Abbiamo salito il colle di Vens e la cima Borgonio. Poi,ripellando, anche in parte il colle della Lausa. Neve nel complesso molto brutta e non assestata. Meteo bello.

Cima Dormillouse (m 2950)

Sfruttando l’ultima nevicata siamo stati in Val Thuras (Cesana Torinese) per salire da Rhuilles (m 1600) la famosa Dormillouse. Bellissima discesa in sci su neve polverosa dalla cima fino a quota 1900 m. Molta gente sul percorso. Meteo super con temperature ottimali.

Cima Serpentera Nord – Cima di Pian Ballaur

Quando c’è poca neve, si possono trovare itinerari inediti. Quest’anno, caso unico, si poteva in pieno inverno salire in auto la Val Ellero da Rastello fino a quasi Pian Marchisio (m 1600). Da lì in su scialpinismo di scoperta. Siamo saliti più di una volta alla Cima Serpentera Nord (m 2350). Abbiamo fatto anche un bel anello di 20 km e 1400 m di dislivello: saliti verso il rifugio Mondovì, porta Biecai, lago Biecai, lago Ratoira, cima di Pian Ballaur (m2650). Discesa fino sotto porta Sestrera e salita su dossi erbosi a Cima Serpentera.

Cascate di ghiaccio: fine stagione in Val Varaita

Ultime cascate di ghiaccio in Val Varaita. Pochissima neve. Abbiamo salito la BERRO (terzo grado, 3 tiri,calate in doppia) , la VALERIA (terzo grado, 4 tiri, calate in doppia) ed il SALTO DEI PACHIDERMI (quarto grado, 5 tiri, discesa a piedi) .Tutte ben formate e facilitate dai molti passaggi. Temperature sempre sotto zero al mattino (-6/-8) e vicine allo zero il pomeriggio.