WENDEN

Il wenden si trova in Svizzera,due ore di auto dopo Lugano, oltre il Sustenpass.Il posto è molto bello:alpeggio contornato da montagne innevate e da spettacolari pareti di calcare.”La verticalità delle dolomiti,la roccia del Verdon portata a 3000m e l’ingaggio più duro di tutte le alpi”(fratelli Remy).Gli avvicinamenti sono lunghi (2 ore) su pendii ripidi erbosi e pericolosi a 45°.Non manca nulla!!

Difficoltà:
“Le vie del Wenden sono difficili perché sono fisiche. E’ questo il vero motivo che le distingue dalle vie di altre zone come il Ratikon o la Marmolada. Gli avambracci sono sollecitati come e più che in falesia, ed allora è impossibile gestire la chiodatura lunga affidandosi ai piedi, come su vie di placca. Anche per questo pensare di trovare, nella pietra compattissima, il modo di alleviare la paura con un Friend o un nut è spesso un viatico al volo rovinoso, ed è meglio accelerare o tornare indietro.

Un consiglio: se non fate fischiettando un certo grado in falesia, non sperate di farlo al Wenden, anche da secondo. Non ci sono chiodi intermedi dove fermarsi a riposare, o fessure dove piazzare qualcosa e rifiatare. Si è sempre sulla punta delle dita, anche su gradi come il VII si fa fatica. “Uno scalatore che fa il 7a al Wenden lo fa dappertutto e su qualsiasi protezione”, ha detto un forte dolomitista di ritorno da una via.
Sulle vie, ci sono delle vie fra le più difficili di tutte le Alpi e che richiedono totale autocontrollo, ma molte altre sono sì impegnative ma affrontabili da una cordata che semplicemente accetti una chiodatura sempre obbligatoria. Come detto, la pietra eccezionale fa sì che integrare è a volte impossibile, ed è per questo che alcune vie sono assolutamente alpinistiche pur avendo gli spit. Tanto per essere chiari, si possono trovare run out di 7a ( ottavo grado) in cui è vietato cadere e non è possibile integrare con chiodi, nuts, Friends. Ma sono quelle, appunto, dell’ultima categoria, anche se in generale per TUTTE le vie del Wenden vale una regola empirica: il grado sotto l’obbligatorio della vie è un grado inderogabile. Ovvero, se una via ha per esempio il 6c obbligato, evitate di sbagliare il 6b in tutta la via, pena infortunio, anche molto grave. Ci sono stati incidenti mortali su vie tra le più facili, per cadute.
Sui gradi, attenzione: sono quasi sempre MOLTO severi, più severi che nella maggior parte delle falesie e delle vie delle Alpi. E questo vale anche per gli obbligatori. Senza citare molti confronti per non allertare la suscettibilità di molti apritori, siamo tutti d’accordo nel dire che gli obbligati del Wenden sono più severi ( diciamo anche, veri) di quelli che si trovano in altre parti. Molti 7b obbligati italiani sono più facili di 7a obbligati del Wenden…”

Abbiamo fatto una delle vie più facili: Excalibur. Molto bella ,roccia super ed anche il meteo eccezionale. Calate vertiginose in doppia.Pernottamenti in furgone.

Posted in Scalate.